lunedì 25 giugno 2012

Aiuti ai Terremotati !

A forza di dirci che siamo bravi, lavoratori, eccellenze ecc…, va a finire che non vediamo un centesimo, infatti a tutt’oggi abbiamo ricevuto solo le preghiere del Papa ! Mentre continuiamo a chiederci dove reperire i fondi per aiutare l’Emila, si scopre che anche nei conti aperti presso la Tesoreria e intestati ai vari Comuni e gestiti dai rispettivi sindaci, giacciono inutilizzati ben 286 milioni di euro. Paralizzati in quanto gli stessi Comuni a cui sono stati riconosciuti non hanno motivo di poter eventualmente giustificarne l`utilizzo. Cioè, hanno avuto i soldi senz`aver niente da ricostruire. Molti Comuni del Napoletano hanno subìto solo lievissimi danni dal terremoto, ma per motivi politici e clientelari sono stati inseriti nel famoso decreto del 1981, e sono rientrati nelle ripartizioni di fondi. (da www.ilfazioso.com)
Ecco le accise dettagliate che intanto ancora paghiamo:
1,90 lire per la guerra d’Etiopia (1935-1936)
14 lire per il finanziamento della crisi di Suez (1956)
10 lire per il finanziamento del disastro del Vajont (1963)
10 lire per il finanziamento dell’alluvione di Firenze (1966)
10 lire per il terremoto del Belice (1968)
99 lire per il terremoto del Friuli (1976)
75 lire per il finanziamento del terremoto dell’Irpinia (1980)
205 lire per la guerra del Libano (1983)
22 lire per la missione in Bosnia (1996)
0,020 Euro rinnovo contratto autoferrotranvieri (2004)
0,0073 Euro manutenzione e conservazione beni culturali
0,04 Euro emergenza immigrati crisi libica (2011)
0,0089 Euro per alluvione Liguria e Toscana (2011)
0,112 Euro su Diesel e 0,082 su Benzina per Manovra Monti (2011)

Nessun commento:

Posta un commento