domenica 30 settembre 2012

La burocrazia degli apparati.

Il solo mantenimento delle regioni e delle sue partecipate, fra l’altro quasi tutte in perdita, ci costa miliardi di euro all'anno  Il paradosso tutto italiano, che manteniamo società o enti statali per produrre debiti !!! Quindi più paghiamo, più soldi percepiscono, più questi enti si arricchiscono in barba a tutte le emergenze di noi italiani, e più debiti producono !!! insomma un affarone per noi cittadini !!! La distanza fra il popolo e il potere è sempre più distante. Diventa sempre più evidente che i nostri regnanti, perché è questo che sono, considerano i loro sudditi come bancomat da prosciugare a loro piacimento con la massima scaltrezza. Non c’è niente di più deludente che far parte di un popolo convinto di essere libero, convinto di poter esercitare la democrazia, e vivere aggiornato correttamente dai media, mentre nella realtà siamo servi della cosa pubblica, e non capiamo più cosa è vero o cosa è falso ! Un esempio ? le proteste dei lavoratori, non c’è spazio per loro nelle cronache giornalistiche o nei TG  accolti da interi reggimenti antisommossa e manganellati a dovere perché osano protestare contro la fame e la disperazione. La contromossa del governo invece di dare risposte e creare aspettative di lavoro, inasprisce le tasse, di conseguenza strangola ancora di più l’economia, aumenta le accise sui carburanti a favore dei terremotati, peccato che ancora non gli sia arrivato nulla. Sono tutti segnali di chiusura verso il popolo italiano, incuranti del bisogno e della disperazione in cui siamo caduti. Con l’Europa si mercanteggia si dialoga e se ne accettano le condizioni scellerate, tipo il MES e il Fiscal Compact che per rispettarne le condizioni ci vincola a anni di sacrifici e tassazioni. Tagli promessi neppure l’ombra, riduzioni dei parlamentari non se ne parla più, così come le auto blu, le provincie ecc..ecc.. Aumentare le tasse porta all’austerity, anche i bambini lo sanno. I capitali a fronte di una tassazione che sfiora il 70% scappano all'estero  e come biasimarli !?!? se in altri stati pago meno del 30% cosa mi trattiene quei !?!? la bella faccia di Monti !?!? Gli investitori esteri naturalmente stanno bene dove stanno, la disoccupazione dilaga, siamo sempre più  poveri. I nostri regnanti non si curano di noi dall'alto delle loro ricchezze accumulate depredando le nostre cassa statali, ci guardano con sufficienza, non si rendono conto dell’odio nutrito nei loro confronti, un odio accumulato in anni di ingiustizie, arrivati oramai allo stremo. Nulla si sono tolti, a nulla hanno rinunciato, e da bravi moralizzatori tornano in TV senza vergogna, anche se l’imbarazzo trapela dai loro visi, e si ripresentato come leader pronti a salvare l’Italia. Come se il capitano Schiettino si ripresentasse a salvare la Costa Concordia. 30/09/2012 Loris Filanti.

Nessun commento:

Posta un commento